omofobia transfobia e bullismo nelle scuole

OMOFOBIA, TRANSFOBIA E BULLISMO NELLE SCUOLE

omofobia transfobia e bullismo nelle scuole

Programma di attività di sensibilizzazione e informazione rivolto agli studenti, ai genitori e ai docenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado, sulla prevenzione della violenza fisica e psicologica, fondata sull’orientamento sessuale, sull’identità e l’espressione di genere.
Promosso da Rete Lenford Avvocatura per i diritti LGBT e realizzato nel 2013-2014 con il sostegno della Regione Toscana e la collaborazione di svariate realtà associazionistiche LGBTQI toscane, fra cui Azione Gay e Lesbica, il progetto ha avuto come obiettivo contrastare i fenomeni di discriminazione, bullismo e violenza omofobica, transfobica e fondata sull’orientamento sessuale o l’identità ed espressione di genere nell’ambito scolastico, tramite interventi nelle classi di scuole di ogni ordine e grado della Toscana, volti a promuovere un processo di sensibilizzazione e riflessione sul tema della violenza e della discriminazione, favorire una cultura del rispetto delle differenze e tutelare le persone più vulnerabili, sia per l’appartenenza ad un orientamento sessuale diverso dall’eterosessualità, che per l’adesione a comportamenti discordi rispetto agli stereotipi di genere.

Nell’ambito del progetto Azione Gay e Lesbica ha svolto, nel mese di gennaio 2014, interventi in 22 classi di scuole secondarie di I e II grado a Lucca, Fucecchio e Empoli, articolati sulla base di due moduli di riferimento, il primo introduttivo e il secondo di approfondimento (svolto solo in classi che ne abbiano fatto specifica richiesta), calibrati di volta in volta, in accordo con le/gli insegnanti, in base all’età delle/degli alunne/i, al contesto specifico di ciascuna classe e alla conoscenza pregressa dell’argomento.

Come di prassi, gli interventi nelle scuole sono stati curati e condotti da persone interne all’associazione, le cui competenze specifiche in campo formativo si sommano a quelle derivanti da anni di attivismo, e sono stati improntati su un assetto colloquiale, che favorisse la comunicazione e il rapporto diretto con le/gli alunne/i.

La descrizione dettagliata della sezione del progetto curata da Azione Gay e Lesbica è consultabile nel report scaricabile qui.

Project manager: Maria Lo Re
Incontri nelle scuole: Valeria Santini, Maria Lo Re

omofobia stop scuole

SCEGLI IL PERCORSO STOP OMOFOBIA PER LA TUA SCUOLA

omofobia stop scuole

 
Il percorso “Stop Omofobia! Conoscere per non discriminare” è stato inserito per l’anno scolastco 2014-2015 nella rassegna di progetti e persorsi formativi Le Chiavi della Città che il comune allestisce e finanzia per le scuole fiorentine.

Il percorso è rivolto a scuole secondarie di primo grado e si ripropone di combattere il bullismo omofobico e le discriminazioni sulla base dell’orientamento sessuale utilizzando strumenti e metodologie che favoriscano la partecipazione attiva e il coinvolgimento dei ragazzi nella discussione su tali fenomeni.

I contenuti e le modalità vengono tarati e modulati in base all’età dei ragazzi e alle specificità dei contesti educativi, grazie ad un lavoro preliminare di analisi contestuale e pianificazione condotto con i docenti.
La discussione su come sconfiggere il fenomeno del bullismo omofobico e contribuire a ripristinare o conservare nelle classi e nella scuola un clima di rispetto reciproco viene estesa ai genitori dei ragazzi, con i quali è previsto un momento di scambio e confronto aperto, in un’ottica collaborativa e costruttiva.

Il percorso prevede due incontri con la classe di due ore ciascuno a cura di operatrici e operatori di Azione Gay e Lesbica, più un incontro preliminare con gli insegnanti ed uno conclusivo con i genitori.

Per visualizzare il percorso completo e scegliere di attuarlo nella tua scuola clicca qui

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Facebook
YouTube